Ma quanto mi costa? Come spendere meno senza rinunciare a nulla o quasi.

Se il vostro compagno o la vostra compagna non vuole sentire parlare di matrimonio con la scusa dei costi improponibili, forse non sa che oggi è anche possibile organizzare un matrimonio “low cost”.

Secondo le statistiche, infatti, per organizzare il giorno più bello della vita occorrono almeno 20 mila euro al nord, che quasi raddoppiano al sud. Si rischia di dover attivare un finanziamento per potere coprire tutte le spese di catering, fiori, abiti etc. Ed è solo un’illusione quella di risparmiare stampando le partecipazioni in casa o ricorrendo a bomboniere fai da te.

Ed ecco giunto il momento di parlare dell’abito, tanto sognato da ogni promessa sposina. Anche su questo è possibile tagliare, senza rinunciare a vestirsi come principesse (sconsigliato per il rito civile!). Esistono diversi outlet dove potrete trovare gli abiti delle collezioni precedenti scontati fino al 70 per cento. Su Ebay, vengono anche venduti modelli di seconda mano e agenzie di noleggio di costumi teatrali permettono di abbattere definitivamente questa voce del vostro budget, eliminando anche il problema di “spazio” nell’armadio ed il cruccio di non riutilizzarlo più. Per chi invece non è una patita dell’abito bianco si può scegliere un abito da cerimonia o da sera, altrettanto elegante e piacevole. inutili.

Altra voce significativa è quella del fotografo. Piuttosto che avere un servizio fotografi e un video scadenti optate per una sola cosa ma fatta da un professionista. Le immagini vi ricorderanno per sempre il vostro giorno più bello. Piuttosto evitate di scegliere album impreziositi da decori barocchi o in pelle pregiata, che hanno costi molto elevati, a favore di un dvd con tutti gli scatti in alta risoluzione, che potrete stampare voi quando avrete rimpinguato il conto in banca. Per il ricevimento si può anche risolvere il problema munendo gli ospiti di macchinette usa e getta, col rischio però di avere foto di scarsa qualità e tanti scatti

Veniamo ad un tasto dolente: i fiori. Una chiesa o sala comunale, per essere resa gradevole, non deve necessariamente essere tappezzata di fiori. Volendo è possibile noleggiare delle piante anziché utilizzare i fiori recisi. Altrimenti optare per fiori di stagione o fiori di campo è sicuramente un modo per abbattere i costi. Perchè non usare anche altri materiali per realizzare gli allestimenti? Ad esempio circoscrivere alcune zone con nastri o altro materiale “povero” come specchi, vasi in vetro e candele, che di sera creano molta atmosfera senza alleggerire il portafogli.
Per quanto riguarda invece il noleggio dell’auto, inutile dire che c’è sempre un parente o amico che possiede un’automobile originale, cabriolet o particolarmente bella, e che sarà lieto di prestarvela il giorno delle nozze.

In ogni caso, però, riservatevi almeno un margine per una piccola pazzia!

Ecco alcuni consigli per combattere la crisi, risparmiando anche il giorno delle nozze senza rinunciare a un matrimonio da sogno.
Cominciamo dagli invitati. Non è sempre necessario invitare centinaia di persone al proprio ricevimento. La festa è vostra e dovete essere circondati dalle persone che vi vogliono bene. Vedrete che eliminando conoscenti e parenti mai visti il numero si ridurrà parecchio. Se questo non è proprio fattibile ci sono sicuramente altre soluzioni che permettono di risparmiare senza rinunciare alla qualità. Piuttosto che un pranzo infinito di livello basso, meglio optare per un ricevimento con buffet, ma ricco di cibi freschi e ben cucinati. Per i più trendy arriva – come sempre – dall’America, il wedding pic nic, per un pranzo di nozze al sacco in mezzo alla natura. O ancora un brunch in allegria per chi si sposa di mattina. E sostituite le partecipazioni con dei moderni inviti via mail.

Non è necessario prenotare ristoranti lussuosi, ma con una ricerca più attenta, o tramite passaparola, riuscirete sicuramente a trovare degli agriturismi molto belli dove ve la caverete con 50 euro tutto compreso. Sposarsi fuori stagione è sicuramente un modo per godere di prezzi speciali. Molte location offrono tariffe agevolate a chi sceglie i mesi meno gettonati. Alternativa valida, se si può, è optare per un giorno infrasettimanale.

No Comments Yet.

Add Your Comment