Il tableau de mariage: qualche idea per realizzarlo

Una volta superata la questione spinosa di come dividere i propri ospiti nei vari tavoli ecco che si pone il dilemma di come realizzare il tableau de mariage, ossia il tabellone che visivamente permette agli invitati di identificare il tavolo a loro assegnato (e i relativi più o meno graditi commensali!).

Qui solitamente la sposa dà libero sfogo alla sua fantasia creativa e nel caso in cui ne fosse priva, ricorre all’aiuto di amiche, sorelle e di chi si offre volontario. Ci sono diversi ristoranti che forniscono questo servizio, oltre alla stampa dei menu. E’ sicuramente un modo per togliersi un “pensiero” in più, ma per chi ha abilità manuali e doti creative l’ideale è realizzarne uno ad hoc, in modo da personalizzare al massimo il proprio ricevimento. L’ideale è coordinarlo con il resto del “matrimonio” in termini di colori e filo conduttore.

Il più classico è il formato rettangolare che può essere preparato su una tela da pittore delle dimensioni che preferite e che sopratutto proporzionate al numero di tavoli da rappresentare. Si può far stampare su un unico foglio con il disegno e la disposizione in sala, oppure realizzare dei cartoncini riportanti ciascuno il nome di un tavolo e sotto i relativi invitati . In genere i nomi che vengono scelti sono le pietre preziose, i nomi dei fiori, nomi di città etc..il consiglio è , anche se non siete dei creativi nati, almeno di optare per un elemento che accomuna la coppia, ad esempio titoli di romanzi che sono piaciuti ad entrambi, canzoni che hanno segnato tappe della vostra storia d’amore e via dicendo. Questo tipo di tableau può essere arricchito con fiori applicati con colla a caldo, nastri colorati e altri tipi di materiali adatti alla tela.

Alternative un po’ più originali e moderne sono ad esempio i tableau realizzati con una cascata di nastri di raso, uno per ciascun tavolo, con cartoncini riportanti i nomi degli invitati da infilare nel nastro uno sotto l’altro. Per tenere il raso teso e non creare l’effetto svolazzante si possono appendere delle sfere di plexiglass e riempirle di petali, palline colorate, stelline, confetti…

Un’altra idea da provare è il sistema di accredito degli invitati, che ha però lo svantaggio di dover reclutare qualcuno che lo gestisca al loro arrivo presso il ristorante o la location. Bisogna prevedere una sorta di punto di accoglienza dove si verifica il nome dell’ospite e dove è seduto. Gli viene consegnata dunque una cartolina, una foto, che ritroveranno nel tavolo cui dovranno sedersi, o un ventaglio con stampato il nome che avete scelto per il suo tavolo (consigliato d’estate). Oppure ancora offrire un fiore che ritroverà solo nella composizione del proprio centrotavola. Si tratta di un sistema originale che darà al vostro ricevimento il sapore di un vero e proprio evento.

No Comments Yet.

Add Your Comment